Pubblicato in: Il mondo visto da qui

Non una lacrima per Riina

Carmen Vurchio (176)
Carmen Vurchio

Non verserò una lacrima per Totò Riina. Mi dispiace solo che non abbia “parlato” prima di finire all’inferno. Non credo proprio che ci sia posto per lui in paradiso: un contadino che ha coltivato solo sangue e dolore, che ha seminato morte, che ha assassinato la giustizia, ricattato lo Stato, comprato i comprabili e a volte ucciso per conto di insospettabili, spezzando il cuore al nostro Paese, che per quelle stragi non smetterà mai di piangere. I Nomi dei cattivi con le mani pulite se ne vanno con lui, il Capo dei Capi, fedele fino alla fine alla legge della mafia. Lui che non ha mai smesso di essere il numero uno di Cosa Nostra.

riina 1giornalecarcerecarcere 1IMG_3126

Pubblicato in: Il mondo visto da qui

Riina merita una morte dignitosa? Quello che meriterebbe non si può dire ma solo pensare.

Carmen Vurchio (198)
Carmen Vurchio

Riina merita una morte dignitosa? Ma perché non gli concediamo la beatificazione? Tanto cosa ha fatto di grave? Ucciso e fatto uccidere persone senza pietà, a sangue freddo, sciolte nell’acido, fatte saltare in aria, torturate, massacrate. 

Continua a leggere “Riina merita una morte dignitosa? Quello che meriterebbe non si può dire ma solo pensare.”